Lean management e 5S, come una metodologia snellisce i processi

Snellite i processi, aumentate i risultati.
 
Lo abbiamo già accennato, ma oggi vogliamo spiegarvi tutto precisamente.
C’è un modo per gestire le postazioni di lavoro e tenerle pulite e ordinate.
Stiamo per darvi consigli in stile Marie Kondo?
Quasi, perché anche la metodologia 5S è giapponese, ma non vi parleremo di economia domestica e del metodo KonMari.
Procediamo per gradi.

 

Cosa significano le 5S?

Le 5S si riferiscono a cinque termini giapponesi che rappresentano le fasi principali della metodologia:

  • SEIRI – scegliere e separare: eliminate qualsiasi cosa inutile per la vostra postazione o per il vostro luogo di lavoro;
  • SEITON – sistemare e organizzare: sistemate in maniera efficiente gli strumenti, le attrezzature, i materiali, tutto ciò che vi serve davvero e che è utile allo svolgimento del lavoro;
  • SEISON – controllare: osservate bene, controllate che l’ordine e la pulizia che avete creato siano al loro massimo;
  • SEIKETSU – standardizzare e migliorare: impegnatevi a migliorare e perpetuare le condizioni di ordine e pulizia che avete stabilito e provate sempre a migliorare ripetendo come un mantra le precedenti e prime tre fasi;
  • SHITSUKE – sostenere nel tempo: forse è la parte più impegnativa, ma è quella determinante: imponetevi disciplina e rigore per mantenere i risultati che avete raggiunto nel tempo (cioè per più di una settimana!). Qui si va oltre la predisposizione di un ambiente ordinato, qui si dimostra la determinazione di tutti nel mantenere una gestione positiva degli spazi, ma anche degli atteggiamenti.

 

Le cinque esse

La metodologia 5S propone in cinque passaggi un metodo sistematico e ripetibile per l’ottimizzazione del lavoro e per il miglioramento delle prestazioni operative.
Nato dalla tradizione giapponese, sempre ricca di spunti in fatto di organizzazione, con il metodo 5S FARMALOG analizza ed elimina tutto ciò che è superfluo per un’attività, così da portare nelle aziende clienti un atteggiamento di miglioramento continuo, passaggio dopo passaggio.

I cinque punti sono: separare, riordinare, pulire, sistematizzare, diffondere. L’ultimo, sicuramente tra i più importanti, chiama al “diffondere”, al portare fuori questa buona pratica vista come pervasiva per diverse attività aziendali.

 

Quali sono i vantaggi della metodologia 5S?

La metodologia 5S porta vantaggi chiari ed evidenti.
Ogni giorno, in ogni azienda, vengono fatte scelte, spostamenti, operazioni di riordino e controllo, ed è bene che vengano fatte con metodo e con una prospettiva sul lungo termine e sugli obiettivi.
Non sentite il bisogno di stabilire una ripartenza per migliorare le attività produttive e per sviluppare sempre di più il vostro business?
Ne guadagnerete in:

  • gratificazione e appagamento, perché lavorare in un ambiente ben suddiviso e allestito rende più leggero il lavoro e i pensieri;
  • se si lavora meglio si produce meglio, quindi i vostri prodotti o servizi acquisteranno molti più punti;
  • idee, input, proposte: meno caos, più stimoli. 
In un posto di lavoro dove non è la disorganizzazione a regnare il team rende di più, perché ha le idee più chiare su cosa deve fare, ma soprattutto su cosa si potrebbe fare;

  • soddisfazione del cliente, e volete mettere?! 
Un cliente soddisfatto è un cliente che torna, che si fidelizza, che parla bene di noi, che ci consiglia ai suoi partner.

  • crescita e sviluppo della vostra azienda.


 
Vedrete che modificata la cattiva abitudine, o meglio detta abitudine chiave, avrete abitudini positive con un effetto a cascata.
Naturalmente, ciascuna azienda e organizzazione deve individuare la propria abitudine chiave da affrontare, stravolgere e sostituire, ma come abbiamo elencato i vantaggi sono molteplici e riferibili a tutti.